Accesso ai servizi

COME FARE PER

I M U - Imposta Municipale Propria

Descrizione:
PER IL SALDO SI CONFERMANO LE ALIQUOTE DELIBERATE DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 03/04/2013 (DELIBERA N.4)

Come Fare:
NOVITA' DECRETO IMU - CANCELLAZIONE SECONDA RATA:
E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge (DL 30 Novembre 2013, n. 133) che conferma la cancellazione della seconda rata IMU per le seguenti categorie di immobili:
• abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un'unità per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6, C/7), esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
• abitazione coniugale assegnata ad uno dei coniugi a seguito di separazione legale e divorzio (art.1 comma 1 lettera b);
• abitazione di personale appartenente alle Forze Armate (art.1 comma 1 lettera c);
• unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli IACP o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP;
• i terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, di cui all’articolo 13, comma 5, del decreto-legge n. 201 del 2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola *;
• i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 13, comma 8, del decreto-legge n. 201 del 2011.

N.B. Non rientrano nella cancellazione i terreni non previsti dai precedenti riferimenti normativi.

*Per problemi di copertura finanziaria è previsto che il contribuente versi il 40% della differenza fra aliquota base e aliquota deliberata entro il 24 gennaio 2014, in quanto il Comune, per i terreni agricoli, ha deliberato un aumento di aliquota su quella base (da 7,60‰ a 9,10 ‰).





Informazioni specifiche:
I terreni agricoli posseduti e coltivati da coltivatori diretti (Cd) o imprenditori agricoli professionali (Iap) sono esclusi dall'Imu anche per la seconda rata 2013, ma dovranno versare il conguaglio, cioè il 40% della differenza fra aliquota base (7,60‰) e aliquota deliberata (9,10 ‰) entro il 24 gennaio 2014.

I contribuenti che non hanno qualifica Cd o Iap (sia che conducano direttamente i terreni sia che li abbiano affittati a terzi), devono pagare entro i termini ordinari del 16 dicembre la seconda rata dell'IMU per il 2013.


Dove Rivolgersi:
Ufficio Tributi (vedi dettaglio e orario di apertura)

Tempistica:
Il termine per versare il saldo IMU 2013 è il 16 dicembre 2013.
Dal giorno successivo si deve procedere al versamento del saldo con il ravvedimento operoso che può essere di tre tipi:
Il “ravvedimento sprint”: che può essere effettuato entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine per il versamento; La sanzione ordinaria del 30 per cento, applicabile sui pagamenti di imposte tardivi od omessi, si riduce allo 0,2 per cento per ogni giorno di ritardo.


Riferimenti Normativi:
Il ”ravvedimento breve” (mensile) che può essere effettuato dal quindicesimo giorno fino al trentesimo giorno successivo alla scadenza; Dopo il 14° giorno ed entro il 30° la misura del 30 per cento, la sanzione si riduce di 1/10 e quindi al 3.
Il “ravvedimento lungo” (annuale) che può essere effettuato entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è commessa la violazione. Oltre il trentesimo giorno, la sanzione si riduce di 1/8 e quindi al 3,75%.

Riferimenti Normativi Locali:
DICHIARAZIONIE IMU
Art. 10 c.4, del dl 35/2013 nella versione approdata sulla G.U. dell'8 aprile. Per la presentazione della dichiarazione si fa ora riferimento al 30 giugno dell'anno successivo a quello della variazione.

Collegamenti:
- CALCOLO IMU CENTALLO
- AGENZIA DEL TERRITORIO - VISURE CATASTALI ONLINE
- AGENZIA ENTRATE - SERVIZI TELEMATICI
- DELIBERA ALIQUOTE IMU 2013 CENTALLO
- DELIBERA ALIQUOTE IMU 2012 CENTALLO
- REGOLAMENTO IMU CENTALLO
Documenti allegati:
File pdfCIRCOLARE 3/DF IMU_18-05-2012 (6,09 MB)

File pdfF24 semplificato (215,52 KB)

File pdfF24 ordinario (154,03 KB)

File pdfModello Dichiarazione IMU editabile (888,06 KB)
Il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia ha reso disponibile il modello di dichiarazione Imu in versione editabile.
File pdfDECRETO LEGGE n.35 del 08/04/2013 (1,76 MB)

File pdfDecreto Legge n.54 del 21 maggio 2013 - Interventi urgenti in tema di sospensione dell'IMU (182,18 KB)

File pdfRisoluzione Agenzia delle Entrate nuovi codici tributi IMU fabbr. D con F24 (53,61 KB)

File pdfRisoluzione Agenzia Entrate n.35/E del 12-04-2012 istituzione codici tributo IMU con F24 (57,65 KB)

File pdfDecreto Legge 30 novembre 2013 n.133 (5,12 MB)
Disposizioni urgenti concernenti l’IMU
File pdfDecreto Legge 31 agosto 2013 n.102 (48,32 KB)