Accesso ai servizi

COME FARE PER

IUC 2015 - Imposta Unica Comunale (IMU-TASI-TARI)

Descrizione:
L’articolo 1, comma 639, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, e successive modificazioni, prevede che “è istituita l'Imposta Unica Comunale (IUC). Essa si basa su due presupposti impositivi, uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore e l'altro collegato all'erogazione e alla fruizione di servizi comunali. La IUC si compone dell'imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore.”


Come Fare:
In data 27/05/2015 il Consiglio Comunale ha deliberato:
- n.23 - determinazione aliquote e detrazioni per l'applicazione dell'IMU 2015 (Imposta Municipale Propria)
- n.24 - approvazione piano finanziario e tariffe della componente TARI 2015 (Tributo Servizio Rifiuti)
- n.25 - determinazione delle aliquote della componente TASI 2015 (Tributo Servizi Indivisibili)

TASI inquilino/comodatario: è stato stabilito che nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare, l’occupante versa la TASI nella misura del 30% dell’ammontare complessivo della TASI.

In data 05/05/2014 il Consiglio Comunale aveva deliberato:
- n.14 - approvazione regolamento per la disciplina della IUC (Imposta Unica Comunale)

Secondo quanto previsto dal Decreto Legge 28 marzo 2014 n.47 all’articolo 9-bis a partire dall'anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso. Per tale unità immobiliare si dispone quindi l’esenzione IMU, mentre la TARI e TASI sono applicate, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi.


Informazioni specifiche:
RAVVEDIMENTO OPEROSO: scaduti i termini per il versamento, dal giorno successivo si deve procedere al versamento con il ravvedimento operoso. Non è consentito pagare a rate le somme dovute per effetto del ravvedimento.

MODIFICHE RAVVEDIMENTO OPEROSO dal 01.01.2016:

- Sprint: sanzione ridotta dello 0,1 % se si versa entro il 14° giorno dalla scadenza;

- Breve: sanzione ridotta dello 1,50 %, se si versa dal 15° al 30° giorno di ritardo rispetto alla data di scadenza originaria;

- Intermedio: 1,67% (1/9 del minimo, pari al 15%) se la regolarizzazione avviene entro 90 giorni.

- Lungo: sanzione ridotta dello 3,75% per i versamenti dal 31° giorno in poi ma entro l’anno.

INTERESSI:
la misura dell'0,5% fino alla fine del 2015.
Dal 2016 il saggio degli interessi legali è stato ridotto allo 0,2%.
Gli interessi maturano giorno per giorno e si calcolano in base al principio del pro rata temporis, vale a dire tenendo conto dei tassi in vigore nei diversi periodi d'imposta.




Quando:
IMU: autoliquidazione – acconto entro il 16 giugno 2015 e saldo entro il 16 dicembre 2015.

TASI: autoliquidazione – acconto entro il 16 giugno 2015 e saldo entro il 16 dicembre 2015.

TARI: modello unificato F24, precompilato e inviato dal Comune, in due rate così stabilite: 02 ottobre 2015 e 02 dicembre 2015


Collegamenti:
- CALCOLO IUC 2015 (IMU e TASI)
- Riscotel: Ebook IUC
- Delibere iUC 2015 (IMU-TARI-TASI)_Centallo
Documenti allegati:
File pdfinfo IUC 2015 (126,82 KB)

File pdfaliquote IMU 2015 (108,68 KB)

File pdfaliquote TASI 2015 (94,53 KB)