Accesso ai servizi

Martedì, 26 Novembre 2019

DAL MESE DI DICEMBRE SARA’ POTENZIATO IL SERVIZIO DI RILASCIO DELLA CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA PRESSO IL MUNICIPIO DI CENTALLO.



DAL MESE DI DICEMBRE SARA’ POTENZIATO IL SERVIZIO DI RILASCIO DELLA CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA PRESSO IL MUNICIPIO DI CENTALLO.


Dopo l’ingresso, nel mese di settembre, nell’ Anagrafe nazionale della popolazione residente, il comune di Centallo si conferma tra le amministrazioni all’avanguardia per quanto concerne i servizi demografici.

L’ufficio dei servizi demografici, che  opera costantemente per offrire prestazioni innovative e di qualità semplificando e snellendo le procedure burocratiche  a vantaggio dei cittadini, ha attivato una nuova postazione per il rilascio della Carta d’Identità Elettronica (CIE).

MODALITA’ DI RILASCIO:

 

       Il rilascio della carta di identità elettronica si richiede all’ufficio anagrafe:
il lunedì, nel normale orario di apertura al pubblico, dalle ore 8.45 alle ore 12.30. Poiché per acquisire i dati occorrono circa 20 minuti, si raccomanda di presentarsi con congruo anticipo rispetto all'orario di chiusura e,
su appuntamento, il lunedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.00 (piano terra) e il mercoledì mattina dalle ore 8.45 alle 12.30 (primo piano) prenotando direttamente allo sportello o telefonando ai numeri 0171 212659 / 0171 212660

La carta di identità elettronica non viene rilasciata direttamente dal Comune ma viene emessa dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e recapitata mediante posta raccomandata all'indirizzo indicato dal cittadino al momento della richiesta oppure presso il Comune nei sei giorni lavorativi successivi, pertanto i cittadini che hanno il documento in scadenza sono invitati a richiederla con un opportuno anticipo

l requisito per il rilascio è essere cittadini residenti nel Comune. Può essere rilasciata sia ai cittadini italiani che ai cittadini stranieri.
La carta d’identità può essere richiesta esclusivamente se il precedente documento è in scadenza, scaduto, smarrito, rubato o deteriorato; non deve invece essere richiesta a seguito di cambio indirizzo o residenza.

LE IMPRONTE DIGITALI

Al momento della richiesta della carta di identità vengono acquisite e memorizzate mediante lettura ottica le impronte digitali del dito indice della mano destra e della mano sinistra. L'acquisizione delle impronte è obbligatoria dal compimento del 12° anno di età.

VALIDITA' TEMPORALE

Per i maggiorenni ha validità fino al primo compleanno successivo ai 10 anni dal rilascio.
Per i minori fra i 3 e i 18 anni di età ha validità fino al primo compleanno successivo ai 5 anni dal rilascio.
Per i minori di età inferiore ai 3 anni ha validità fino al primo compleanno successivo ai 3 anni dal rilascio.

CITTADINO MAGGIORENNE

Presenza dell’interessato, una fotografia in formato cartaceo conforme agli standard ICAO corrispondente all’aspetto oppure su supporto digitale USB  con le seguenti caratteristiche: -Definizione immagine: almeno 400 dpi -Dimensione del file: massimo 500kb Formato del file: JPG  e carta d’identità scaduta.

  • In caso di smarrimento/furto della precedente carta d’identità è necessario esibire la denuncia presentata all’autorità di P.S. e un altro documento di riconoscimento in corso di validità (oppure due testimoni muniti di documento di identità valido).
  • Codice fiscale o tessera sanitaria


CITTADINO MINORENNE

Per il rilascio del documento è sempre necessaria la presenza del minore e una sua fotografia in formato cartaceo conforme agli standard ICAO corrispondente all'aspetto oppure su supporto digitale USB  con le seguenti caratteristiche: -Definizione immagine: almeno 400 dpi -Dimensione del file: massimo 500kb Formato del file: JPG.

Inoltre:

  • - presenza di entrambi i genitori muniti di documento d’identità valido;
  • - in alternativa, presenza di un solo genitore con un testimone maggiorenne muniti di documento d’identità valido, modulo di assenso all’espatrio firmato dal genitore assente e copia del documento d’identità di quest’ultimo (il testimone non è necessario nel caso in cui il minore possedesse un altro documento di riconoscimento valido es. passaporto o carta d’identità scaduta). In mancanza di assenso all’espatrio del genitore assente, occorre il nulla osta del Giudice Tutelare.

CITTADINO STRANIERO

  • Per i cittadini stranieri residenti, la carta d’identità ha esclusivamente valore di documento di riconoscimento e non costituisce titolo per l’espatrio.
    Il cittadino straniero, oltre la documentazione sopra elencata, dovrà esibire il permesso di soggiorno in corso di validità.
    Ai fini dell’identificazione, in caso di prima richiesta, dovrà esibire un documento valido per l’espatrio rilasciato dalle autorità competenti del Paese di origine oppure un’attestazione consolare con fotografia.

CARTA DI IDENTITA' CARTACEA IN CORSO DI VALIDITA'

Le carte di identità in formato cartaceo, rilasciate fino all'emissione della nuova CIE, mantengono la validità fino alla scadenza e non possono essere sostituite, salvo i casi espressamente previsti dalla normativa. La carta di identità elettronica può essere rilasciata a partire da 180 giorni prima della scadenza.

ACCESSO AI SERVIZI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

La carta di identità elettronica è anche uno strumento di accesso ai servizi on line della Pubblica Amministrazione. Al momento della richiesta, allo Sportello viene fornita al cittadino la prima parte dei codici segreti PIN e PUK. La seconda parte dei codici sarà consegnata unitamente alla carta all'indirizzo indicato per la consegna.

FURTO O SMARRIMENTO

In caso di furto o di smarrimento della carta di identità, in sede di richiesta di duplicato è necessario presentare anche denuncia di smarrimento o di furto resa alle autorità competenti, nonché altro valido documento di riconoscimento

 DETERIORAMENTO
In caso di deterioramento della carta di identità, il richiedente dovrà presentare contestualmente il documento originale deteriorato.

COSTI DEL DOCUMENTO
L'importo dovuto per il rilascio della carta di identità elettronica è pari a € 22,00.

VALIDITA' PER L'ESPATRIO

Il documento può essere rilasciato valido o non valido per l'espatrio. Per i cittadini italiani la carta d'identità è valida per l'espatrio nei Paesi dell'Unione Europea e altri Paesi con cui l'Italia ha speciali convenzioni. Per quanto riguarda i cittadini stranieri la carta d'identità è sempre rilasciata "non valida per l'espatrio", essendo valida sul solo territorio italiano.
Si invita a consultare il sito internet www.viaggiaresicuri.it, curato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, per controllare e verificare la validità del proprio documento, od eventuali limitazioni ad essa, rispetto a particolari Stati esteri verso i quali si deve espatriare.

ESPATRIO DI MINORI

Per i minori, la validità all’espatrio è data dalla firma da parte di entrambi i genitori della dichiarazione di assenso corredata da fotocopia del documento d’identità del sottoscrittore. In mancanza di tale assenso occorre apposita autorizzazione del Giudice Tutelare che non deve essere stata rilasciata da più di 12 mesi. 
Per il minore di anni 14, l'uso della carta d'identità elettronica ai fini dell'espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci. Infatti, a tal fine, è riconosciuta la facoltà di richiedere, al momento dell'emissione della carta di identità per i minori anni 14, l'apposizione sul retro del documento, del nome dei genitori o di chi ne fa le veci. Il minore che ha già compiuto 14 anni, invece, può espatriare senza genitori o accompagnatore.
Nel caso in cui il minore di anni 14 viaggi all'estero accompagnato da persone che non sono i genitori deve essere autorizzato dai genitori stessi attraverso un atto di assenso che deve essere preventivamente vistato dalla Questura. In questo caso, oltre a possedere il Passaporto o la Carta di Identità valida per l'espatrio, i genitori del minore dovranno richiedere alla Questura, tramite apposito modulo di richiesta sottoscritto da entrambi i genitori, la concessione dell'apposito nulla-osta per l'accompagnatore.

CITTADINI NON RESIDENTI

Ai cittadini non residenti nel Comune la carta di identità viene rilasciata in casi eccezionali, per gravi e comprovati motivi (come previsto dalla Circolare Ministero Interno 05/11/1999), previo nulla osta del proprio Comune di residenza. La circostanza si verifica, ad esempio, in seguito al contestuale smarrimento della carta di identità e/o della patente di guida e/o del passaporto. La carta di identità elettronica viene rilasciata solo nel caso in cui il cittadino non residente non risulti quindi più in possesso di alcun documento di identificazione.

RICHIEDENTI NON DEAMBULANTI

Coloro che per invalidità o inabilità temporanea non sono in grado di raggiungere personalmente l’ufficio anagrafe, possono incaricare un congiunto affinché prenda contatto con l’Ufficiale d’anagrafe per  un appuntamento  a domicilio

CONSENSO/DINIEGO ALLA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI

All’atto della richiesta di emissione della Carta d’identità Elettronica, il cittadino può esprimere il consenso/diniego alla donazione degli organi. Tale scelta sarà inserita nel database del Ministero della Salute che permetterà ai medici del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti di consultare, in caso di possibile donazione, la dichiarazione di volontà. Si potrà cambiare decisione in qualsiasi momento, recandosi presso la propria ASL.

CASI ECCEZIONALI: RILASCIO DELLA CARTA DI IDENTITA' CARTACEA

La carta d’identità viene rilasciata nel formato cartaceo nei seguenti casi:
- Cittadini italiani iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero);
- Cittadini non deambulanti o con gravi patologie documentate;
- Cittadini residenti a Centallo nei casi di motivata e documentata urgenza:
    a. Viaggio imminente
    b. Motivi di salute (visite di invalidità, ricovero ospedaliero, ecc...)
    c. Partecipazione ad esami, concorsi, gare pubbliche
    d. Assenza assoluta di documenti di identificazione

In questi casi dovranno essere esibite tre fotografie uguali conformi agli standard ICAO e corrispondenti all’aspetto (oltre alla documentazione indicata nei paragrafi precedenti).

 

Si fa presente che, il Ministero estende espressamente la validità della ricevuta della richiesta di carta d’identità elettronica a “documento di riconoscimento” a tutti gli effetti (validità già precedente ammessa con le Circolari n. 2 e 5 del 2018 per identificare i votanti in occasione di consultazioni elettorali). Ciò in quanto, la ricevuta della Cie ha tutte le caratteristiche formali richieste dall’art. 35, comma 2, del Dpr. n. 445/2000, facilmente verificabili grazie al codice a barre bidimensionale “QR Code” impresso nella prima pagina della stessa.